Le rovine della città di Tharros si trovano a 1,5 chilometri a nord del borgo di San Giovanni; in realtà tutta l’area è di interesse archeologico. All’esterno del parco archeologico vi è un ampio parcheggio e il sito, vista la sua estensione è visitabile anche a bordo di un trenino. Presenti anche punti di ristoro.

Tharros è un vero e proprio museo a cielo aperto, è stato “insediamento nuragico, emporio fenicio, fortezza cartaginese, urbs romana, capoluogo bizantino e capitale arborense”. E’ ancora tangibile il passaggio di ognuno di essi: in cima ai colli di su Murru Mannu (grande muso), la testimonianza più antica, i resti del villaggio nuragico, abbandonato prima dell’avvento dei fenici.

Le eredità fenicie invece sono due necropoli e il tophet, santuario cimiteriale dove erano deposte le urne contenenti i resti incinerati di neonati e animali sacrificati. Con l’avvento cartaginese, furono riusate le sepolture a fossa fenicie e aggiunte tombe ‘a camera’, segnalate da steli con immagini delle divinità Baal Hammon e Tanit.

Sotto il dominio punico i quartieri di Tharros si distendevano ‘a terrazze’ sulla collina di San Giovanni, da cui partivano le mura difensive della città fortificata.

Prima della conquista romana (238 a.C.) furono eretti edifici civili e di culto, tra cui il tempio ‘delle semicolonne doriche’.

Il tempio tetrastilo, affacciato sul mare, è forse il simbolo di questa città nell’immaginario del visitatore o di chi ne ammira le immagini.

In età repubblicana fu avviato un processo di rinnovamento che culminò in età imperiale. L’urbs fu trasformata secondo schemi ortogonali: passeggiando per il sito ci si immerge nella vita e attività di duemila anni fa. Nel massimo splendore (III d.C.) sorsero tre impianti termali, a ridosso del mare.

Tharros è una continua scoperta, man mano che si visita il sito ci si immerge in una storia antica ma ancora viva e attuale. Ogni giorno Tharros ci racconta qualcosa sulla vita dei nostri avi.

VISITARE THARROS

Apertura: 1 Novembre – 31 Marzo, 9-13/15-19 (lunedì chiuso). Dal 1 Aprile al 31 Ottobre, aperto tutti i giorni, 9-13/16-20; domenica e festivi, 9-13/15-20.

Costi: singolo € 5,00; Combinazioni per la visita degli altri siti del territorio; abbinata visita Museo, Tharros, Torre San Giovanni; sconti comitiva e over 65 e scolaresche; ingresso libero per minori di età compresa tra 0 e 5 anni, portatori di handicap e il loro accompagnatore.

(www.museocabras.it)