Cagliari sul Golfo degli Angeli

Seleziona tra appartamenti e case vacanza a Cagliari

+ -
+ -

Affascinante capoluogo della Sardegna, affacciato a sud-est del Mediterraneo, Cagliari con i suoi romantici tramonti infuocati, ha tanto da offrire ai suoi visitatori essendo dotata di secoli di storia e arte, mare e parchi, comfort e una vasta cucina tradizionale, e per gli amanti dello sport tante attività per tutte le fasce di età. Essendo ricca di luoghi di interesse storico-artistico, ha molto da offrire anche durante la stagione fredda con tutte le comodità di una grande città.

Quello che puoi vedere e fare

Una vacanza non può dirsi tale senza godersi un pò di sano relax, sdraiati su una candida sabbia bianca bagnata da un mare cristallino: Cagliari può offrirvi tutto questo. Dotata di un lunghissimo litorale, la Spiaggia del Poetto si estende da Cagliari al comune di Quartu Sant’Elena, seconda spiaggia cittadina al mondo per la sua lunghezza solo a quella di Rio De Janeiro. A farne da contorno il promontorio della Sella del Diavolo, facilmente raggiungibile da Calamosca, chiamato così perché, secondo la leggenda, fu Lucifero, dopo essere stato cacciato dal Paradiso, a imprimere nella roccia il profilo della sua sella.

Incastonata tra la Sella del Diavolo e Capo Sant’Elia, la Spiaggia di Calamosca è un altro dei lidi principali di Cagliari. La baia è caratterizzata da un fondale basso e una naturale protezione dai venti offerta dalle scogliere, che fanno sì che il mare sia pressoché sempre calmo, rendendola quindi una spiaggia perfetta per famiglie con bambini. Un paradiso di sabbia dorata, mare color zaffiro e vegetazione incontaminata, la spiaggia di Solanas è una delle più selvagge, adorata dai surfisti e dagli amanti delle immersioni, offre inoltre la possibilità di affittare barche e gommoni per esplorare i promontori e le calette circostanti.

Proseguendo lungo la costa, ad est di Cagliari, si giunge alla parte dell’isola caratterizzata da coste frastagliate, calette nascoste e panorami da togliere il fiato. Tappa obbligatoria è senz’altro la spiaggia di Turredda, semplicemente splendida con il suo mare caraibico e la sabbia finissima; dalla spiaggia è raggiungibile a nuoto l’isolotto da cui prende il nome questo lido.

All’interno della provincia si trova il Parco naturale regionale Molentargius-Saline, un raro esempio di ecosistema presente in aree fortemente antropizzate. Si tratta di una zona tra le più importanti d’Europa per l’eccezionale numero di uccelli che vi trovano rifugio,in certi periodi dell’anno si arriva a superare anche i 20.000 esemplari. Tra questi, fenicotteri rosa, aironi e garzette.

Da visitare è sicuramente il quartiere fortificato del Castello, situato su una rocca che domina la città e ricco di monumenti di rara bellezza: tra questi, oltre allo stesso Castello, il Bastione di Saint Remy, di epoca medievale, le Torri dell’Elefante e di S. Pancrazio e la Cattedrale di Santa Maria, situata nella splendida Piazza Palazzo, che ospita anche il Palazzo Regio. Anche al di fuori del quartiere del Castello, Cagliari è ricca di attrattive, come l’Anfiteatro e la Villa di Tigellio, di epoca romana, la Necropoli di Tuvixeddu, con centinaia di tombe databili tra il VI secolo a.C. e il I secolo d. C., la Grotta della Vipera e la Basilica di San Saturnio, fondata nel V-VI secolo, documento prezioso della Cagliari altomedievale.

Non manca la possibilità di fare sport, per grandi e piccini: la varietà degli ambienti la rende il luogo ideale per escursioni a piedi o in bicicletta, e la zona intorno allo stagno di Molentargius è un vero e proprio Paradiso per gli amanti di fotografia e birdwatching, sono numerose le località in cui si può praticare l’equitazione e nella zona costiera è molto diffuso anche il windsurf. Alcuni comprensori turistici hanno anche strutture di rilievo come campi da golf.

Gli eventi che non devi perdere

Come nel resto dell’isola, non mancano durante tutto l’anno eventi e manifestazioni folkloristiche, tra cui la celebre Sagra di S.Efisio, una grande processione in costumi tradizionali Sardi che si svolge ogni 1 maggio a Cagliari richiamando gente da ogni parte dell’isola.

In estate, la prima domenica di luglio, si svolge la Sagra estiva in onore della Madonna di Bonaria, con la rituale processione a mare della statua della Madonna. Nel pomeriggio, dopo aver partecipato alla messa, migliaia di fedeli partono dalla Basilica accompagnando il simulacro della Madonna sino al porto. Qui la statua viene caricata su una imbarcazione e, con un corteo composto da decine di barche, la processione sul mare giunge sino al porticciolo di Su Siccu, dove, nello specchio d’acqua antistante la Basilica, con una suggestiva cerimonia, viene gettata in mare una corona in memoria dei marinai che persero la vita durante la guerra. Dopo il rientro in porto i fedeli riaccompagnano la statua nella Basilica, la cui facciata viene illuminata a giorno.

Una delle esperienze che non si può assolutamente perdere è, da Novembre ad Aprile nel litorale di Quartu Sant’Elena, la tradizione dei ricci appena pescati con pane e vino bianco venduto lungo il lungomare di Bonaria. Torna dal 7 al 9 Giugno la Festa del gusto di Cagliari che per l’occasione si trasforma in un grande ristorante all’aperto. La grande manifestazione enogastronomia propone tante specialità da tutta l’isola, dedicate agli amanti del cibo e della tavola. Un’ occasione unica per immergersi nella millenaria tradizione culinaria della Sardegna.

Cagliari come ogni città ha i suoi mercati, splendidi e puliti quello di San Benedetto ai piedi del quartiere Villanova che la mattina incanta i turisti con la frittura di pesce e i banconi di marmo. Vissuto e popolare, il mercato di via Quirra nel quartiere Is Mirrionis ed infine la domenica, il mercato di Sant’Elia all’aperto nel quartiere dei pescatori di Cagliari, dove tra banconi di pesce appena pescato e bancarelle di carne arrosto ci si ritrova a due passi dal mare.

Scopri i nostri sapori

Cagliari è una città di mare e lo si nota in cucina. Tra i primi, ricordiamo gli spaghetti con bottarga e carciofi, i malloreddus (gnocchetti sardi) con ragù di salsiccia, il mazzamurru o zuppa di pane raffermo e la sa fregula, piccole palline di pasta realizzate a mano e tostate al forno, e i culingiones, tra i piatti di terra arrosto di cinghiale, capretto, agnello e il porceddu.Tra i dolci le seadas!

Tipica della zona di Cagliari è la burrida, preparata con il gattuccio di mare condito con noci, olive e funghi. Tra le specialità cagliaritane legate al mare possiamo invece menzionare le arselle e cozze a schiscionera (cucinate in tegame con aglio, olio d’oliva e prezzemolo e spolverate con pangrattato), la bottarga (uova di muggine o cefalo salate e stagionate, servite a fette sottili condite con olio d’oliva), l’aragosta alla campidanese (bollita e condita con olio d’oliva e succo di limone) e su scabbecciu (pesci conservati in soffritto di olio, aceto ed aglio).

Come puoi arrivare

Il metodo migliore in assoluto per raggiungere la città di Cagliari è l’aereo. Si può atterrare all’Aeroporto Internazionale di Elmas, da dove è possibile raggiungere il centro città, mediante un efficiente servizio treno. All’interno dello scalo aeroportuale, infatti, è presente la Stazione “Elmas Aeroporto” che in soli 6 minuti vi porterà al centro della città.Il porto di Cagliari è un importante punto di approdo di navi di linea (da Genova, Roma-Civitavecchia, Napoli e Palermo) e navi da crociera in navigazione nel Mediterraneo.Sia il Porto che la Stazione dei treni si trovano a ridosso delle vie del centro cittadino.

Per raggiungere Cagliari in auto esiste una rete di strade principali e statali di diversa efficienza. La tratta più simile ad un tronco autostradale è la SS 131, che vi porterà all’interno del comune cagliaritano. Per spostarsi in città e nei dintorni sono disponibili mezzi pubblici molto efficienti, tra cui la metropolitana leggera, gli autobus urbani ed extraurbani e i taxi.